s1_img.jpg

Il nostro materiale di pregio

Palissandro

Com'è il Marmo Palissandro?

Il Marmo Palissandro, conosciuto anche come Marmo di Crevoladossola, rappresenta una scelta di prestigio per chi desidera arricchire i propri spazi con un materiale di eccezionale bellezza e resistenza. Il Palissandro viene estratto in Italia e le cave sono situate in Piemonte. 

Si tratta di una roccia di eccezionale bellezza, interamente pervasa da minuscoli cristalli scintillanti che brillano come una pioggia di gemme simili a diamanti.

Questo marmo si distingue per le sue straordinarie qualità estetiche che lo rendono protagonista indiscusso nell’ambito dell’architettura di lusso e del design d’interni.

Che colore è il Marmo Palissandro?

Il Marmo Palissandro è celebre per il suo aspetto cromatico variegato, dove tonalità di bianco, grigio, e sfumature più calde di rosa si fondono in un incontro armonioso di colori. Le sue venature e cromie, possono variare dall’oro al marrone, dall’azzurro fino a toni più scuri del nero, creando disegni unici che rendono ogni lastra un pezzo irripetibile. 

Questa varietà cromatica, molto evidente all’interno della stessa cava di estrazione, permette al Marmo Palissandro di adattarsi con eleganza sia a contesti classici che moderni, valorizzando ogni ambiente con un tocco di raffinatezza.

E’ importante sapere che, quando si sceglie il Marmo Palissandro per un determinato contesto, è opportuno considerare l’illuminazione dell’ambiente in cui sarà installato, poiché la luce può accentuare o modificare la percezione dei suoi colori.

TIPOLOGIA DI UTILIZZO DEL MARMO PALISSANDRO

Grazie alla sua versatilità e durabilità, il Marmo Palissandro trova applicazione in una vasta gamma di contesti. 
È ideale per pavimentazioni, rivestimenti verticali, top di cucine e bagni, oltre ad essere scelto frequentemente per la realizzazione di elementi decorativi e d’arredo o addirittura per la creazione di oggetti d’arte.

La sua struttura molto resistente e la sua capacità di mantenere inalterato il proprio splendore nel tempo, lo rendono una scelta eccellente per facciate esterne e arredi urbani come fontane, panchine, colonne e per arricchire spazi pubblici e giardini.

Una vasta gamma di finiture

La straordinaria estetica del marmo Palissandro può essere ulteriormente evidenziata con un'ampia gamma di lavorazioni come ad esempio:


Lucidatura


La lucidatura del Marmo Palissandro rappresenta una fase importante per la valorizzazione di questo esclusivo materiale. Grazie a questa sofisticata tecnica di finitura, il marmo non solo rivela in pieno le sue affascinanti venature ma esalta anche le sue vibranti tonalità, donando alle superfici trattate una brillantezza spettacolare che arricchisce ogni ambiente.

Levigatura


Le lastre di Marmo Palissandro, quando sottoposte a un attento processo di levigatura, si trasformano in elementi architettonici di grande bellezza. Questa tecnica, conferisce al marmo una superficie uniformemente liscia ma meno brillante rispetto alla lucidatura, mostrando un aspetto più opaco. Anche questo trattamento risulta però essere indicato per svariate applicazioni nel campo dell'architettura e del design d'interni.

Grezzo


Il Palissandro, nella sua forma grezza, rappresenta l'inizio di un affascinante processo che trasforma un semplice blocco di marmo in un capolavoro di eleganza. In questa fase iniziale il materiale svela la sua essenza più autentica, mostrando la struttura naturale e il potenziale che sarà sviluppato attraverso successive meticolose fasi di lavorazione.

Richiedi Informazioni

 

 

Storia del Marmo Palissandro

Il marmo Palissandro, noto per la sua eleganza eterogenea e la capacità di abbinarsi splendidamente con altre pietre naturali, ha trovato applicazione in alcune delle più celebri strutture architettoniche italiane, dimostrando la sua versatilità di utilizzo sia in interno che in esterno. 

Alcune delle più affascinanti testimonianze dell’uso del marmo Palissandro sono visibili nel Duomo di Milano, nel Duomo di Pavia e nel Duomo di Crema. Questi storici edifici riflettono l’eccellenza artigianale e la maestosità del Palissandro, sottolineando come questo materiale sia stato scelto per aggiungere un tocco di grandiosità e resistenza attraverso i secoli.

In particolare, il Duomo di Pavia si distingue per l’uso estensivo di questo marmo nella costruzione dei suoi pilastri, un’opera che ha  avuto inizio nel XV secolo e che ancora oggi sta a testimoniare la durabilità e la bellezza di questo materiale.

Un altro esempio significativo dell’impiego del marmo Palissandro, chiamato anche Marmo di Crevola d’Ossola, è l’Arco della Pace a Milano. Realizzato tra il 1806 e il 1859, l’arco è sostenuto da otto colonne monolitiche in marmo Palissandro, ognuna delle quali si eleva per oltre 10 metri. Questo monumento non solo celebra le vittorie napoleoniche ma è anche un simbolo della maestria italiana nell’uso dei materiali lapidei in architettura.